Attività

Back to homepage

Il Centro Studi Milano ‘900 opera quotidianamente nella valorizzazione degli artisti del Novecento di ambito milanese e non solo. All’interno del Centro, sotto il coordinamento del Comitato Scientifico, si raduna un pool di esperti provenienti da svariati campi. Grazie alla sinergia delle loro expertise il Centro Studi è una delle poche realtà al mondo a saper e poter coniugare ricerca teorica e pratica, analisi iconologiche e di mercato, accademia e atelier.

Le attività del Centro Studi Milano ‘900 possono essere suddivise in tre macro-aree:

Ricerca scientifica

Ricerca scientifica
Principale...

Scopri

Consulenza

Consulenza
Il...

Scopri

Patrocini istituzionali

Patrocini istituzionali
Grazie...

Scopri

 

Il Centro Studi Milano ‘900 è costituito da un Consiglio Direttivo, che riveste funzioni istituzionali, e un Comitato Scientifico, al quale è delegata la supervisione e la gestione di tutte le attività di ricerca e operative.

In particolare l’area preposta alle attività di ricerca scientifica, derivate dal percorso accademico e trasferite in un ambito di carattere interdisciplinare, segue un modello interpretativo dell’opera degli artisti attraverso tre specifiche sezioni, che ne riflettono i diversi momenti di analisi:

– la sezione denominata Storia dell’arte si occupa del primo momento interpretativo, e deriva direttamente dal percorso di ricerca disciplinare sviluppato in ambito accademico (Politecnico di Milano, Università Ca’ Foscari di Venezia, Università di Verona, Università di Padova).

– la sezione denominata Ermeneutica sviluppa il modello interpretativo disciplinare in un ambito di ricerca scientifica interdisciplinare, inteso a far emergere le valenze espressive e ad attualizzare il messaggio artistico dell’opera o della poetica in esame.

– l’ultima sezione, dedicata a un’attività di Archivio e regesto, acquisisce la lettura formulata dalle precedenti sezioni di ricerca trasferendola a un’attività di regesto ragionato di carattere ermeneutico.

Segue l’area dedicata alle attività di sviluppo operativo della ricerca scientifica; sono queste attività di carattere segnatamente progettuale, organizzativo e divulgativo. Di particolare rilievo i due progetti La Stanza dell’Arte e Radio ‘900, format dedicati e studiati per offrire a un pubblico vasto ed eterogeneo gli strumenti primi necessari a una corretta interpretazione del linguaggio visivo degli artisti seguiti dal Centro Studi.

Con questa seconda area progettuale viene a costituirsi il mandato finale del Comitato Scientifico, che grazie a queste ultime attività si rivela vero e proprio centro propulsore di tutte le attività del Centro Studi, presentando a livello disciplinare la prima linea scientifica e sperimentale di interpretazione ermeneutica attiva del linguaggio artistico.

Per raggiungere questo risultato il Centro Studi si avvale di un ampio gruppo di collaboratori, con specifiche UdR, funzioni e aree di pertinenza, direttamente corrispondenti all’impostazione ermeneutica della ricerca.

Per quanto riguarda l’esercizio delle funzioni del Comitato Scientifico, e delle relative attività, si rinvia alla lettura dello statuto del Centro Studi, facendo presente che verrà sempre vagliata qualunque segnalazione di carattere storico-critico e scientifico (scelta degli autori da prendere in esame, esposizioni e progetti, avvio di attività specifiche, e qualunque altra decisione che deve essere sottoposta al Comitato Scientifico, come da statuto) pervenga da ambiti accademici o istituzionali, inerente all’oggetto di studio dell’associazione.

E’ inoltre possibile sottoporre al Comitato Scientifico progetti di ricerca privati, che saranno vagliati e assunti qualora affini agli interessi di ricerca del Centro Studi.

L’assunzione o meno dell’impegno di ricerca derivante da detta segnalazione sarà a totale discrezione del Comitato Scientifico, e seguirà alla votazione dei direttori di ciascuna sezione e del presidente del comitato scientifico, il cui voto vale doppio in caso di parità dei primi.


Main menu