Chi siamo

Back to homepage

II Centro Studi Milano ‘900 è una associazione attiva dal 2015 sul territorio nazionale ed è nata dall’esigenza del sistema accademico di approfondire l’analisi scientifica rivolta al pensiero e alla poetica dei maestri dell’arte moderna e contemporanea di ambito milanese.

Dotato di un patrimonio inestimabile di opere e di materiale d’archivio, il Centro Studi Milano ‘900 ha iniziato una ponderosa attività di ricerca di natura accademica che si trasferisce al grande pubblico attraverso il portale di divulgazione scientifica Tempoearte.

Le attività promosse dal Centro, dalle quali nascono i progetti di ricerca e di comunicazione scientifica, si configurano come laboratorio empirico della disciplina storico-artistica e si basano sulla rigorosa verifica delle fonti, vagliate sia mediante i metodi tradizionali della letteratura storico-artistica e dell’analisi stilistica sia con l’ausilio dei più aggiornati strumenti scientifici.

Seguendo una lettura di canone ermeneutico tesa a far emergere il Kunstwollen intrinseco alla creazione artistica nelle opere prese in esame, costituisce fondamento epistemico essenziale la sezione dedicata ai Maestri contemporanei. È infatti convinzione del Centro Studi Milano ‘900 basare questa linea epistemica, che pone a proprio fondamento l’interpretazione del messaggio contenuto nell’opera d’arte in una prospettiva di costante attualizzazione storica, su uno stretto rapporto di aperto confronto e dialogo con gli artisti, individuati attraverso un criterio generazionale. La generazione di appartenenza dell’artista costituisce infatti il terzo dei sette livelli ermeneutici (identificati secondo una particolare lettura “stratigrafica” dei livelli intepretativi storico-artistici formulata dal Professor Marinacci) i primi due dei quali sono rappresentati da Secoli e Luoghi in cui ha operato l’artista e a seguire, dopo la Generazione in cui si pone il Maestro in esame, i Gruppi (movimenti, correnti, ecc..), l’Artista (nel suo profilo biografico), le Poetiche e, da ultimo, l’Opera d’arte. Le testimonianze dirette dei Maestri vengono registrate e raccolte tramite interviste e rappresentazioni catalografiche negli archivi storici del Centro, strutturati attraverso database progettati ad hoc per rispondere alla odierna necessità di creare dossiers il più possibile completi e fruibili dal sistema accademico.

Tra le attività del Centro, oltre a quelle associate direttamente al regesto scientifico e all’archivio, si segnalano: convegni, pubblicazioni, consulenza alle istituzioni, curatela e organizzazione di mostre, conferenze e altri eventi. A queste si unisce un intenso impegno profuso nella realizzazione di progetti multimediali di carattere documentario, intesi a cogliere gli aspetti fondamentali del processo di creazione artistica, a partire dallo studio del segno fino a tracciare identità poetiche, codici espressivi e loro genealogie storiche.

Le attività del Centro possono essere suddivise in tre macro-aree: ricerca, consulenza, divulgazione scientifica.

In particolare l’area preposta alle attività di ricerca, derivate dal percorso accademico e trasferite in un ambito di carattere interdisciplinare, segue un modello interpretativo dell’opera degli artisti attraverso tre specifiche sezioni, che ne riflettono i diversi momenti di analisi:

  • la sezione denominata Storia dell’arte si occupa del primo momento interpretativo, e deriva direttamente dal percorso di ricerca sviluppato in ambito accademico (Politecnico di Milano, Università Ca’ Foscari di Venezia, Università di Verona, Università di Padova).
  • la sezione denominata Ermeneutica sviluppa il modello interpretativo storico-artistico in un ambito di ricerca scientifica interdisciplinare, inteso a far emergere le valenze espressive e ad attualizzare il messaggio artistico dell’opera o della poetica in esame.
  • l’ultima sezione, dedicata all’attività di ricerca collegata alla stesura di un Archivio ragionato e di un regesto scientifico, acquisisce la lettura derivante dalle precedenti sezioni trasferendola a un’attività di catalogazione di carattere ermeneutico.

Segue l’area dedicata alle attività di sviluppo operativo della ricerca scientifica; sono queste attività di carattere segnatamente progettuale, organizzativo e divulgativo. Di particolare rilievo i due progetti La Stanza dell’Arte e Radio ‘900, format studiati per offrire al vasto pubblico gli strumenti primi necessari a una corretta interpretazione del linguaggio visivo degli artisti seguiti dal Centro

Il Centro Studi Milano ‘900 è composto da diversi organi che ricoprono i rispettivi ambiti operativi istituzionali cui la struttura è chiamata a rispondere:

  • il Consiglio Direttivo riveste funzioni istituzionali e dialoga con enti impegnati nella salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico (fondazioni, musei et simili) e soggetti attivi nella ricerca (università et simili), attraverso intese, convenzioni e parternariati;
  • il Comitato Scientifico al quale è delegata la supervisione e la gestione dell’area preposta all’attività di ricerca (articolata nelle tre aree Storia dell’arte, Ermeneutica e Archivio) e della sezione operativa (suddivisa in Progetti, Organizzazione eventi e Comunicazione). Inoltre competenza del Comitato Scientifico è vagliare le segnalazioni di carattere storico-critico e scientifico (scelta degli autori da prendere in esame, esposizioni e progetti, avvio di attività specifiche, e qualunque altra decisione che deve essere sottoposta al Comitato Scientifico, come da statuto) che pervengono da ambiti accademici o istituzionali, inerenti l’oggetto di studio dell’associazione.
  • l’Organo Collegiale, cui sono demandati perizie, autentiche, consulenza per privati, progetti di ricerca e curatoriali, collaborazioni istituzionali.

Nel corso del 2017 il Centro Studi Milano ‘900 ha diretto scientificamente la rassegna “Geografie dello sguardo. Per una nuova iconografia dell’inclusione”, tenutasi al Duomo di Massa (MS), in collaborazione con la diocesi di Massa e Pontremoli e col Premio San Domenichino, a testimonianza dell’impegno nella diffusione sul territorio italiano della conoscenza degli artisti emergenti attivi a Milano. È infine attualmente partner istituzionale della Fondazione Primato, attiva nella tutela dell’opera dei Maestri italiani del XX secolo e nella valorizzazione dei linguaggi espressivi dell’arte contemporanea.


STATUTO DEL CENTRO STUDI MILANO ‘900


 

ORGANIGRAMMA

CONSIGLIO DIRETTIVO

PRESIDENTE
M° Gianni Brusamolino

VICEPRESIDENTE
Prof.ssa Anja Roccia Soudakova

SEGRETARIO GENERALE
M° Giampaolo Verga

COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO

PRESIDENTE
Prof. Rolando Bellini

VICEPRESIDENTE
M° Athos Collura

DIRETTORE GENERALE
Prof. Riccardo Roni (ricopre il ruolo di indirizzo scientifico principale per tutte le sezioni e di collegamento col Consiglio Direttivo del Centro Studi)

SEZIONE ATTIVITÀ PROPEDEUTICHE E DI RICERCA

Direttore: Prof. Rolando Bellini-Accademia di Brera

DIPARTIMENTO STORIA DELL’ARTE (Responsabile: Prof. Rolando Bellini)
Il dipartimento di Storia dell’arte si occupa del primo momento interpretativo, che deriva direttamente dal percorso di ricerca sviluppato in ambito accademico (Politecnico di Milano, Università Ca’ Foscari di Venezia, Università di Verona, Università di Padova, Università ECampus).

Competenze

  • Proposta e selezione degli artisti da curare e valorizzare, legati agli orientamenti d’indagine oggetto del Centro Studi, come da statuto;
  • Individuazione e analisi critica delle rispettive poetiche;
  • Finalizzazione dei contenuti oggetto di studio rispetto alle altre aree di ricerca e alle sezioni operative (Ermeneutica, Archivio, Progetti, Comunicazione);
  • Attività di supporto alla ricerca.

DIPARTIMENTO ERMENEUTICA DELL’ARTE (Responsabile: Prof. Marco Marinacci)
Il dipartimento di Ermeneutica dell’arte proietta il modello interpretativo storico-artistico, attraverso un metodo sviluppato in ambito accademico, in un ambito di ricerca scientifica interdisciplinare, inteso a far emergere le valenze espressive e ad attualizzare il messaggio artistico dell’opera o della poetica in esame.

Competenze
Fruizione e analisi dell’opera d’arte su base interdisciplinare, in particolare attraverso i seguenti modelli metodologici di riferimento:

  • percorsi disciplinari e traiettorie scientifiche di ambito accademico (L/ART 02, L/ART03, PED02)
  • sezione Arte e Scienze, in particolare gli strumenti della percezione sensibile (gestalt, neuroestetica, ecc), la teoretica (epistemologia dell’arte, ontologia, fenomenologia, estetica) e l’evoluzione biologica e culturale alla base della creazione artistica, e relativi rapporti con le scienze della natura (antropologia dell’arte, sociologia dell’arte, neuroscienze, ecc…)
  • sezione Dialogo tra le Arti (interpretazioni semantiche e interazioni linguistiche tra le varie discipline artistiche, in particolare arti performative (musica, teatro, cinema) e arti rappresentative (pittura, scultura, fotografia).

DIPARTIMENTO ARCHIVIO E REGESTO (Responsabile: dott.ssa Sarah Boglino)
Il dipartimento Archivio e Regesto acquisisce la lettura derivante dalle precedenti sezioni trasferendola a un’attività di catalogazione di carattere ermeneutico. In particolare, l’archivio di ogni singolo artista deriva dall’inventario della sua opera stilato sotto la supervisione del Dipartimento Storia dell’Arte, trasferito in catalogo ragionato. Il regesto scientifico è la proiezione dell’archivio nella sua dimensione scientifica sotto la supervisione del Dipartimento Ermeneutica, grazie a un’opera di revisione critica e analisi per poetiche espressive.

Competenze

  • Comunicazione criteri di inventariazione, archiviazione e catalogazione
  • Supervisione della produzione archivistica

SEZIONE ATTIVITÀ ESECUTIVE

Direttore: M° Athos Collura

In quest’area sono presenti tutte le attività volte alla valorizzazione, conoscenza e divulgazione scientifica delle opere d’arte, delle figure artistiche e delle poetice espressive oggetto di studio del Centro. Di particolare rilievo di questa sezione sono gli Archivi personali degli artisti, e i due progetti “La Stanza dell’Arte” e “Radio ‘900”, format studiati per offrire al vasto pubblico gli strumenti primi necessari a una corretta interpretazione del linguaggio visivo degli artisti seguiti dal Centro.

PROGETTI (Responsabile: M° Giampaolo Verga)
Competenze

  • Performativi (La Stanza dell’Arte)
  • Contenuti multimediali (Radio ‘900)

ORGANIZZAZIONE EVENTI (Responsabile: Alice Procopio)
Competenze

  • Espositivi
  • Scientifici e divulgativi

ARCHIVI (Responsabile: Alice Procopio) Gli archivi personali degli artisti sono istituiti a partire dal lavoro messo a punto dal Dipartimento Archivio e Regesto della Sezione attività propedeutiche e di ricerca.
Competenze

  • Attività di archivio e regesto scientifico sull’opera del singolo artista
  • Conservazione e apparati critici atti alla valorizzazione storica
  • Ufficio protocollo e autentiche
  • Documenti multimediali

COMUNICAZIONE (Responsabile: Fondazione Primato)
Competenze

  • Istituzionale e media (OSSERVATORIO SULL’ARTE)
  • Scientifica/Accademica (collane scientifiche: Mimesi, Giuffré, Armando)
  • Sito internet (Luchetti)

SEGRETERIA SCIENTIFICA (Responsabile: dott.ssa Sarah Boglino)
Competenze

  • Referente per eventi e attività espositive
  • Referente per progetti in partnership e sponsor

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA (Responsabile: dott.ssa Sarah Boglino)
Competenze

  • Gestione degli aspetti organizzativi
  • Referente per eventi e attività espositive
  • Referente per progetti in partnership e sponsor

ORGANO COLLEGIALE

All’Organo Collegiale sono demandati perizie, autentiche, consulenza per privati, progetti di ricerca e curatoriali, collaborazioni istituzionali. L’Organo collegiale viene costituito di volta in volta su progetto e approvato dai responsabili del Dipartimenti della Sezione attività propedeutiche e di ricerca. Sarà sempre costituito almeno da una terna di professionisti, i quali nel proprio seno eleggeranno il Presidente.

COLLABORAZIONI

Dal 13/09/2017, per i tre anni a seguire, fra Fondazione Primato e Centro Studi Milano ‘900 è istituita una collaborazione operativa in ragione della quale quest’ultimo fornirà – a chiamata e in rapporto di subordinazione – supporto operativo ed esecutivo a Fondazione Primato. In particolare, l’attività progettuale e le traiettorie attuative di tutte le Sezioni sarà svolta da Centro Studi Milano ‘900 esclusivamente in rapporto di subordinazione, in base a specifiche direttive, ordini e indicazioni (disciplinari, scientifiche, formali e tecniche) provenienti da Fondazione Primato.


Main menu